John Carter

John è un semplice ragazzo di un semplice pianeta. Ancora non sa cosa l’aspetta nel vicino futuro. Poco dopo, dietro un angolo, si scopre quel vicino futuro. Un tizio comincia a pestarlo, salta fuori un’arma da chissà dove, e John uccide per sbaglio il suo assalitore. Quando la polizia arriva vede la scena e arresta il ragazzo.
Passano parecchi anni di carcere e quando finalmente il protagonista, ormai divenuto vecchio, torna in libertà, si trova davanti un mondo completamente cambiato. I programmatori di computer hanno ormai preso il sopravvento su tutto il pianeta. Mondi assurdi ovunque, poteri al di là della fisica buttati lì come fossero mediocri fenomeni da tutti i giorni, animali assurdi e mostri vari che esistono senza imbarazzo. John cercherà di adattarsi, si unirà a gente parecchio strana, una principessa fortemente barbuta, un alieno allampanato che potrebbe anche essere un semplice palo della luce girovago, ed infine un cane tappeto ottimo per le pulizie in casa ma una vera palla al piede nelle scene desertiche. Difetto davvero grave visto che nel film appaiono ventisette deserti quasi consecutivi.
Finale: Dopo due ore infinite di continui sconvolgenti effetti speciali e sorprendenti cambi di scena, apparizioni di nuovi personaggi ed emozioni esageratamente emozionanti, ecco che il protagonista si mette su una roccia a ripensare alla sua amata Terra così com’era una volta. Prende una pistola laser agli ioni attivi vaporizzanti e si spara un colpo in testa tra gli sguardi attoniti di tutti i personaggi del film. Buio. Niente titoli di coda.

Valutazione: 2 ciccetti in su su 5
Giudizio:Si poteva fare meglio. Se lo sceneggiatore non fosse stato così superficiale nel realizzare la storia avremmo potuto usare meno effetti speciali ed ottenere un film più coinvolgente!” Citazione tratta da un’intervista fatta allo sceneggiatore del film che condivido in pieno.
Una commedia drammatica certamente di protesta contro lo strapotere dei programmatori di computer, caratteristico del nostro periodo post-moderno ultra-virtuale Cgi-dipendente e personaggi-fighi-a-cavolo imperante. Comunque sorprendente la scena finale, anche se devo ammettere che personalmente speravo in un omicidio di massa di tutti i fenomeni da baraccone che giravano intorno al protagonista.

John Carter - Spoilerama

Legenda valutazioni: http://giantordo.altervista.org/spoilerama-rovinati-i-film/legenda-valutazioni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.